Internet tutti i giorni unisce nei modi più svariati tante persone: tra queste ci sono due ragazze che si sono incontrate in un gruppo Facebook e non si sono più mollate, fino ad organizzare un viaggio speciale. Noi oggi vogliamo invitarvi a prendere un caffè con loro, in una terra splendida.

Ilaria Martinelli è una tour Leader con patentino italiano che ottiene dall’ente del turismo islandese il titolo “Certified Inspired by Iceland specialist”. Specializzata in turismo accessibile, attualmente al lavoro sulla progettazione di itinerari per ipo e non vedenti. Con grande curiosità per l’insolito viaggia ed esplora l’Islanda raccontandola attraverso il blog tematico www.nordur.it

Elisabetta Percivati, da sempre appassionata di arte, è conosciuta con lo pseudonimo datole dalla nonna EPI: ama cercare le storie dietro le apparenze e raccontarle con il fumetto.
Ha pubblicato “TAKK”, prima graphic novel al mondo sull’Islanda, con Beccogiallo Editore.
Dopo oltre 2000 copie vendute sta lavorando al secondo volume.

La grande passione per l’Islanda le ha fatte incontrare: la riflessione che ha toccato tanti cuori durante il periodo pandemico, su quanto sia importante il contatto umano e su quanto, alla fine, siamo tutti parte dello stesso grande pianeta, ha fatto il resto.

Il loro progetto, attualmente su Kickstarter per altri 9 giorni, vuole raccontare quanto abbiamo in comune anche con popolazioni apparentemente distanti.
Trait d’union è il nostro aroma di casa preferito, amato da tutti nel mondo: il caffè.

Il nome del progetto Cafferð, nasce dall’unione di due parole: Caffè e Ferð (viaggio in islandese).

In due settimane Elisabetta ed Ilaria percorreranno tutta l’Islanda, scambiando un caffè per una storia.

L’idea è di offrirne uno alle persone che incontreranno sulla nostra strada in cambio di un loro ricordo, di un racconto o di un sogno.

Lo prepareranno con cura in luoghi meravigliosi, condividendolo con personaggi tipici dell’isola del ghiaccio e del fuoco, durante quello che sarà un viaggio lento ed assolutamente immersivo.

Uno di quelli nei quali ti puoi fermare ovunque tu voglia, sederti e fare due chiacchiere davanti a un caffè. Cafferð vuole svelare un Islanda “easy”, spogliata da sovrastrutture, che apre il suo cuore a chiunque voglia visitarla con rispetto. Sarà pure un’isola vulcanica a cavallo della dorsale medio atlantica, ma è un luogo che prima di tutto trasmette serenità.

Queste giovani donne vi porteranno a spasso per posti mozzafiato dai nomi impronunciabili, riportando l’attenzione sul dimenticato valore dell’esplorazione lenta, che permette di entrare a contatto con la cultura e la vita vera del luogo.

Potete seguirle su Instagram e sostenere per altri 9 giorni il progetto su kikcstarter.

Sono atterrate il  7 e rimarranno sino al 21 Settembre 2021.

Noi di Saporosare.it vi consigliamo di viaggiare con loro.

Chiara Allegra Tracquilio

www.instagram.com/cafferd/

https://www.kickstarter.com/projects/cafferd/caffer-un-viaggio-lento-in-islanda